Dopo tanti mesi difficili anche il settore del turismo si sta riprendendo e lentamente stanno riaprendo tutte quelle località che erano tra le mete preferite dei turisti; tra queste la Sicilia, che d’estate diventava un luogo estremamente ambito da visitare, magari restando in barca. Questa tradizione non è finita, anzi si è evoluta e probabilmente quest’anno vedremo il diffondersi di un altro tipo di vacanza che sta a dir poco spopolando: cioè quella in catamarano. Si tratta di un’imbarcazione formata due scafi legati tra di loro, sopra i quali sul ponte si può godere di più spazio per ogni tipo di alloggio. Va da sé, quindi, che questo tipo di mezzo rappresenta quello ideale per vacanze lunghe durante le quali si vuole visitare tutta la costa anche restando per lunghi periodi di tempo a bordo. Vediamo cosa visitare in Sicilia viaggiando in barca e usufruendo del noleggio catamarani Sicilia.

Isole Eolie

Si tratta di un arcipelago di isole situato nel nord della Sicilia. Sono tutte isole di origine vulcanica così come testimoniato anche da alcuni dei loro nomi che sono, ad esempio, Vulcano e Stromboli. Quest’ultima, in particolare, ha al suo interno un vero e proprio vulcano attualmente attivo, anche se l’ultima eruzione risale a più di 100 anni fa. Tra di esse non si può non citare l’isola di Salina, che è stata il set cinematografico del famoso film di Massimo Troisi “Il Postino”.

Se state viaggiando in catamarano, il consiglio migliore è quello di visitarle tutte: ne avete l’occasione! Noterete come ognuna di esse ha delle caratteristiche ben precise e un tipo di spiaggia diversa, così come differenti sono il tipo di vegetazione e i colori dei paesaggi.

Egadi

Un altro gruppo di isole situato poco lontano dal tratto costiero che collega Marsala con Trapani, più precisamente nella parte ovest della Sicilia. Si tratta di un gruppo di isole con una storia antichissima, che le ha viste come sfondo della prima guerra punica nonché, quasi 1000 anni dopo, delle battaglie che i Normanni fecero per conquistare la Sicilia. Tra di esse una delle più importanti e certamente l’isola di Favignana, caratterizzata dalla presenza di numerose cave di tufo e di pietra locale, da molti secoli sfruttate per estrarre la materia prima e che hanno reso il paesaggio di tutta l’isola disseminato di avvallamenti e depressioni dovuti alle forti e frequenti operazioni di scavo.

Isole Pelagie

Le isole pelagie sono la parte più meridionale di tutta l’Italia. Si tratta di un arcipelago formato principalmente da due isole: Linosa e Lampedusa, che si trovano praticamente più a sud rispetto a Malta. Pur appartenendo al territorio italiano, esse sono geologicamente parte del continente africano.

Pantelleria

Pantelleria è un’isola situata tra l’arcipelago delle Egadi e l’arcipelago delle pelagie e fa parte del territorio siciliano. Si tratta, anche in questo caso, di un’isola di origine vulcanica anche se l’ultima eruzione è avvenuta nel 1890. Molti vengono qui per visitare il famoso “specchio di Venere”, un piccolo bacino lacustre alimentato da acque termali.

Di michael