Il Salento è, senza dubbio, una delle mete migliori dove trascorre le vacanze, poiché è una perfetta combinazione tra cultura, mare e cibo. Di fatto, si caratterizza per i numerosi percorsi enogastronomici e per la possibilità di assaggiare e di degustare del vino di ottima qualità, oltre che per la lunga tradizione culinaria e le ricette locali.

Se anche voi siete interessati a saperne di più continuate a leggere questo articolo, in cui illustreremo i tre migliori itinerari enogastronomici del Salento.

Itinerario enogastronomico nel Salento: Lecce

Il primo itinerario enogastronomico che vi consigliamo di tenere a mente parte, senza dubbio, da Lecce. Conosciuta per i suoi monumenti in stile barocco e romano, questa città si caratterizza per le piccole vie e la lunga tradizione culinaria, che vede tra i suoi protagonisti fondamentali il caffè.

Infatti, il caffè leccese si basa sull’unione del caffè, come suggerisce il nome, del ghiaccio e del latte di mandorla: un connubio che soddisfa il palato ed è in grado di portare freschezza, soprattutto durante le calde giornate estive.

Gli abitanti consigliano di bere il caffè leccese accompagnato da alcuni dolci tipici, come la Cupeta e i Mustazzoli: il primo è un prodotto simile al torrone (quindi è formato da mandorle e zucchero), mentre i secondi sono biscotti a base di mandorle, cannella e miele. Tuttavia, se siete amanti degli alimenti salati vi consigliamo di optare per il rustico, simile a una pizzetta e composto da besciamella, pomodoro e mozzarella.

Lecce non si caratterizza solo per il cibo eccezionale, ma anche per la grande quantità di vino di qualità: a tal proposito, vi consigliamo di degustare il Negramaro. Si tratta di un vino rosso dal colore quasi nero, che si contraddistingue per le note fruttate e che è consigliabile gustare con la carne o con i formaggi. Ti consigliamo di fare una visita nella vicina cantina dell’azienda Leone de Castris, a pochi Km da Lecce e precisamente a Salice Salentino. Qui è possibile, anche soggiornare e vivere un’esperienza in uno dei più belli Wine Hotel della Puglia.

Itinerario enogastronomico nel Salento: Porto Cesareo e Gallipoli

Per tutti gli amanti del mare consigliamo la zona che si estende a Porto Cesareo. Qui, potrete assaggiare il pesce appena pescato, come i gamberi rossi, le cozze e gli scorfani, da gustare sia crudi che cotti. Ancora, potrete optare per il risotto alla pescatora o per la zuppa di pesce, che si caratterizzano per la loro semplicità, ma l’estremo gusto, adatto per ogni tipologia di palato.

Per quanto riguarda il vino, invece, lasciatevi trasportare dal rosso intenso e dall’odore fruttato del Primitivo di Manduria, oppure, in accompagnamento ai piatti di mare, il Bombino Bianco, un vino bianco dal sapore floreale e dalle note mielate.

Se decidete di spostarvi verso Gallipoli, anche nota come la “Città Bella”, potrete perdervi tra le sue spiagge e i suoi profumi, caratteristici delle zone di mare. Anche in questo caso, vi consigliamo di assaggiare i prodotti tipici, come il polpo, tipicamente cotto nel coccio.

Oppure, optate per le seppie, che vengono solitamente cucinate con l’aggiunta di olive, capperi e pecorino: in tal caso, vi consigliamo di accompagnare il pranzo con uno dei vini maggiormente conosciuti e apprezzati di Gallipoli, ovvero il Salice Salentino o l’Alezio.

Il primo è un vino rosso di colore rosso rubino e dal sapore vellutato e caldo, mentre il secondo è disponibile sia rosso che rosato, ideale per essere abbinato con l’agnello o con la carne di pollo.

Itinerario enogastronomico nel Salento: Zollino e Cannole, Gelatina

Anche nota come la Grecìa Salentina, Zollino e Cannole sono due cittadine che meritano sicuramente una visita se vi trovate nell’entroterra del Salento. Infatti, Zollino è un borgo che si caratterizza per la presenza delle pozzelle, ovvero degli antichi pozzi di acqua, mentre Cannole è nota per le antiche tradizioni e per i monumenti del suo centro storico.

In ogni caso, in entrambe queste città potrete assaggiare la sceblasti, ovvero un pane tipico e condito con una grande varietà di ingredienti, ovvero le olive, il peperoncino, i capperi, la cipolla, la zucca e l’olio.

Oppure, potrete optare per le municedde, cioè le lumache tipiche della zona e, proprio per questo motivo, la stessa Cannole è nota come città delle lumache.

Per quanto riguarda i vini, in questa zona del Salento vi consigliamo l’assaggio la Malvasia, conosciuto per il suo colore intenso e per il sapore vellutato.

Infine, l’ultima città del Salento che vi consigliamo di visitare è Galatina, nota per la sua architettura e per essere la patria del noto pasticciotto, un dolce in pasta-frolla con ripieno di crema pasticcera.

Di grey