Isole greche: alla scoperta degli itinerari meno turistici ed inflazionati

isole greche

Si sente parlare frequentemente di Mykonos, Santorini, Creta, Paros e Naxos, ma spesso non ci si rende conto che circa un quinto della superficie del territorio greco è ricoperta da isole, che, insieme a quelle minori ed agli scogli in mezzo al mare, contano circa 6000 unità, che aspettano solo di essere esplorate.

Visitare una sola isola od optare per un itinerario?

La scelta è ardua, poiché le isole greche sono tutte meravigliose e suggestive da esplorare. Tuttavia, alcune sono effettivamente più estese e ricche di attrattive di altre, per tanto meriterebbero una visita più approfondita. Per trovare una risposta a questo dilemma è bene valutare il tipo di vacanza che si intende attuare. Ovvero se si vuole vivere una vera e propria avventura o se si preferisce ricercare un po’ di tranquillità.

Nel primo caso è sicuramente meglio puntare ad un vero e proprio tour, che può essere reso unico, optando per isole tendenzialmente poco visitate. Uscire dalle rotte tradizionali, del resto, può essere anche un modo piacevole per fare esperienze fuori dal comune e per trovare un nuovo affiatamento con il partner o con gli amici.

Per color, invece, che amano viaggiare, ma vogliono anche rigenerarsi dalle fatiche lavorative e quotidiane, è meglio scegliere una sola isola o stabilire un itinerario non troppo esteso, in modo da poter sostare qualche giorno nella medesima zona e poterla visitare con calma, godendo anche delle incredibili spiagge che gli arcipelaghi greci hanno da offrire.

Isole della Grecia poco turistiche

Come è già stato anticipato, in Grecia si trovano all’incirca seimila isole ed isolotti. In un numero così elevato le possibilità di trovare luoghi poco turistici è effettivamente elevato. A tal proposito, interessanti sono le Piccole Cicladi con Schinoussa, Koufonissi, Iraklia e Donoussa, che sono quasi del tutto disabitate e conservano paesaggi mozzafiato.

Anche presso l’arcipelago delle Sporadi si trovano luoghi da sogno e poco battuti, quali Alonissos, dominata dalla natura, e Kimolos, dove non ci sono né macchine e né motorini, ma solo autobus locali, che conducono alle calette nascoste. Presso le famose Cicladi è bene ricordare, invece, Andros, Tinos e Folegandros, che presenta spiagge indimendicabili.

L’equipaggiamento adatto per visitare le isole

La prima cosa sulla quale è necessario concentrarsi è sicuramente la valigia, poiché raggiungere questi piccoli angoli di paradiso non è sempre facile. Per tale ragione è bene avere un bagaglio comodo, facile da trasportare e resistente, come il trolley Roncato, che può essere utilizzato per qualunque meta, poiché è maneggevole e confortevole.

Altro aspetto da valutare, oltre al classico costume da bagno e la crema solare, è un abbigliamento specifico per le escursioni. Le isole greche, infatti, presentano spettacoli naturalistici e testimonianze storico-artistiche uniche, che vale la pena di visitare. Ecco, dunque, che risultano fondamentali magliette comode e possibilmente tecniche, così da tenere sottocontrollo il sudore, ma anche bermuda o pantaloni lunghi, in caso di avventure in cui sia bene non rimanere troppo scoperti.

Da non dimenticare sono anche un paio di scarpe da ginnastica o di scarponcini specifici per le lunghe camminate. Per essere sempre pronti ad ogni evenienza, è bene preparare anche un piccolo kit di pronto soccorso, da portare nello zaino od in borsa, con tanto di cerotti, salviette disinfettanti e garze, in modo da poter intervenire prontamente in caso di necessità.